Formazione digitale: oltre la videoconferenza

Ci siamo anche noi, lunedì 6 aprile alle 11.00, nel ricco e interessante programma di Rinascita Digitale, start-up nata da poco ma forte di un team guidato da un esperto e profondo conoscitore del mondo digitale come Stefano Saladino. Si tratta di una maratona on line di formazione gratuita: contributi di un’ora ciascuno che si susseguono live dalle 9.00 alle 18.00 dal lunedì al venerdì per un mese intero.

Il nostro founder e CEO Edoardo Gironi spiegherà in che cosa consiste precisamente la Formazione Digitale: quali strumenti e quali metodi di progettazione servono per i corsi che utilizzano la tecnologia per sviluppare le conoscenze e le persone. E’ importante capire in che senso la Formazione Digitale è diversa da quella in aula. Ci sono strumenti e tecniche specifiche per essere davvero efficaci nell’ambiente digitale.

Per seguire il webinar vai alla pagina dell’evento. Ci vediamo là?

microlearning

Il nostro webinar sul microlearning

Nel caso non abbiate avuto la possibilitá di seguire il nostro webinar “Come creare un corso microlearning da zero” oppure vorreste rivedere la registrazione ti lasciamo il link dove poter scaricare la registrazione.

Per tutte le domande o ti servisse qualche altra spiegazione contattaci.

Buona visione!

 

 

 

Formare le persone ai tempi del Coronavirus

Aule cancellate, fatturato azzerato e nessuna idea di quando si potrà tornare a lavorare. Per un formatore i tempi del COVID-19 sono senza dubbio un momento particolarmente difficile.

In APPrendere, così come in tutte le aziende che si occupano di formazione digitale, siamo sommersi da richieste da aziende di consulenza e da freelance alla urgente ricerca di modi per proseguire i programmi in corso e progettare nuove possibili soluzioni formative.

Noi siamo pronti, e siamo sinceramente felici di poter dare il nostro contributo. E’ importante però comprendere quali sono le differenze, cioè in che senso la formazione digitale è diversa da quella in aula. Non posso pretendere di usare un’automobile o una bicicletta nello stesso modo. Entrambe hanno pregi e limitazioni di cui dobbiamo tener conto.

  • Fare formazione digitale non è caricare su un sito (o una piattaforma) la presentazione in PowerPoint che ha funzionato così tante volte in aula.
  • Nel mondo digitale (ma forse anche in quello reale!) non è sufficiente avere dei contenuti che siano imperdibili per profondità o specializzazione. Questi stessi contenuti devono anche essere accattivanti, gradevoli e ben presentati.
  • Un webinar deve essere progettato e condotto in modo adeguato. Ci sono strumenti e tecniche specifiche per condurre un webinar capace di realizzare gli obiettivi che ci si prefigge.
  • La conduzione di un’aula virtuale non ha nulla a che fare con quella di un’aula fisica. Bisogna organizzare i tempi e gli strumenti didattici in modo differente. Organizzare i lavori di gruppo e le attività in modo completamente differente.
  • Formazione blended non è alternare presentazioni con filmati di YouTube. È progettare le interazioni tra discenti e docenti, nonché tra i discenti stessi. È mantenere dei ritmi fra sincrono e asincrono in grado di mantenere coinvolti i partecipanti.

Lasciatevi aiutare da chi questo lavoro lo fa da anni: abbiamo le competenze, le infrastrutture, gli strumenti e l’esperienza per aiutarvi a cogliere e sfruttare i vantaggi della formazione digitale.

Siete esperti di change management. È arrivato il momento di applicare per voi quelle competenze. Ora è necessario cambiare tutto se vogliamo che nulla cambi (o quanto meno ci si possa adattare velocemente al cambiamento).